Il blog

Ho deciso di aprire un blog dopo anni di riflessione e così è partita la prima fase di Iperattiva.

Scrivere sul web non è così semplice, badate bene. Occorre sapere come farlo, farsi leggere e farsi notare, prima da Google e poi da tutti gli altri. Devi essere Seo, intenderti di plug in e avere una grande attitudine social.

E poi il Topic. L’argomento, ma quello giusto che ti permetta di farti seguire. Ma anche scegliere un argomento efficace, attuale, di tendenza e affine ai tuoi interessi non è proprio un gioco da ragazzi.

E allora punti sulla prospettiva. Quale? La tua. E scrivi eleborando i contenuti attraverso il tuo punto di vista che sarà sicuramente originale.

Bè diciamo che il grande Topic di Iperattiva è da sempre la comunicazione, creativa per giunta.

Uno spazio creativo iperattivo dedicato a tutti quelli che hanno il pallino della comunicazione: addetti ai lavori con l’elmetto da creativi, curiosi, artisti, lettori e scrittori.

Un blog divulgativo, direi, con un progetto editoriale in evoluzione: se in teoria si parla di comunicazione, in pratica vorrei utilizzare questo spazio insieme a voi per raccogliere le idee, condividere punti di vista e approfondire i vari temi della scrittura, della grafica, del web e di tutti gli strumenti che rendono l’uomo un animale social sociale.

Per questo troverete nell’area “Articoli e post” una serie di categorie in cui raggrupperò i vari scritti perchè capisco che orientarsi in un blog creativo iperattivo non sia impresa semplice.

Eccone alcune:

Comunicare: post e articoli che parlano di comunicazione. Foto, video, lettura, viral, marketing e persino body art se ce ne fosse bisogno.

Dico la mia: qui parleremo di  punti di vista, prospettive e opinioni personali di argomenti di comunicazione e attualità. Per condividere idee e visioni.

Adv e Spot: quando la pubblicità condiziona la realtà.

Parole chiave: una guida tra i significati delle parole troppo spesso riservate agli addetti ai lavori. Per una navigazione consapevole.

Social e Co: novità e evoluzioni dal mondo social.

Per adesso questo è tutto. Ma l’evoluzione resta incontrollabile.

Che dire? Aspetto i vostri commenti.